readingforliving
readingforliving:

“Ci sono sere in cui le mancanze si fanno sentire più del solito. Non c’è un perché. Basta un ricordo, e poi pensi a quelle parole, a quei sorrisi, a quelle emozioni che non torneranno più, e se torneranno comunque non saranno con lei, e non sarà la stessa cosa. 
Ci sono sere in cui le mancanze ti fanno salire le lacrime agli occhi e ti fanno stringere il cuore. E in quelle sere non puoi fare niente se non pensare, e ricordare, e farti male così.
“La pensi spesso, vero?”
Come fai a dire di no? Come fai a mentire alzando le spalle e dicendo “no, ma va, figurati, non ci penso quasi mai”?
Perché la pensi spesso, ammettilo, la pensi troppo, più di quanto dovresti fare. E ti manca più di quanto dovrebbe.”

readingforliving:

“Ci sono sere in cui le mancanze si fanno sentire più del solito. Non c’è un perché. Basta un ricordo, e poi pensi a quelle parole, a quei sorrisi, a quelle emozioni che non torneranno più, e se torneranno comunque non saranno con lei, e non sarà la stessa cosa. 
Ci sono sere in cui le mancanze ti fanno salire le lacrime agli occhi e ti fanno stringere il cuore. E in quelle sere non puoi fare niente se non pensare, e ricordare, e farti male così.
“La pensi spesso, vero?”
Come fai a dire di no? Come fai a mentire alzando le spalle e dicendo “no, ma va, figurati, non ci penso quasi mai”?
Perché la pensi spesso, ammettilo, la pensi troppo, più di quanto dovresti fare. E ti manca più di quanto dovrebbe.”